advertisement

Il gusto tutto italiano di Alberta Ferretti nel panorama autunno/inverno 17/18

Luca mar 17 ottobre 2017

Alberta Ferretti presenta, a Milano, la sua collezione autunno/inverno 2017/2018: da Venezia agli animali, dallo chiffon ai colori accesi e i fiori

advertisement
Il gusto tutto italiano di Alberta Ferretti nel panorama autunno/inverno 17/18

Per l’autunno/inverno 2017/2018 la stilista Alberta Ferretti disegna una collezione ispirata all’Italia, terra ricca di cultura e bellezza come lei stessa sottolinea durante le interviste pre e post sfilata. Le lunghezze di tendenza sono lungo e midi, prevalendo attraverso abiti morbidi e svolazzanti che si modellano sui corpi delle indossatrici e sembrano leggeri come l’aria; la trasparenza e l’immaterialità di acqua e aria si riflettono sulla passerella milanese.

L’influenza di Venezia

E sono proprio acqua e aria a definire la magia di Venezia: la città dai mille canali è ripresa nelle stampe di lunghi vestiti e mantelle leggere dotate di cappuccio; nei capi sono riportati scorci della città tramite un celeste cangiante abbinato all’ocra degli edifici, un duo che si conferma di tendenza durante tutta la stagione. Gigi Hadid e Vittoria Ceretti sfilano sicure sulla passerella milanese testimoniando l’amore della stilista per la Serenissima. E ricorre anche il Leone, celebre stemma della Repubblica, su cappotti e maglioni resi severi dal collo alto, ma certamente regali per il ricamo dorato; pantaloni con marinareschi bottoni d’oro completano il look.

L’ispirazione dagli animali

Fantasia più minimal scelta, invece, per una serie di capi dalle striature bianche e nere, quasi un animalier zebrato dal tono urbano e moderno, alleggerito dalla leggerezza dei tessuti semi-trasparenti. Accompagnano maxi spille piumate applicate all’altezza della spalla, richiamando un look aristocratico accentuato dai cappelli a falda larga proposti in due colorazioni super richiesti per la stagione, il rosso e il nero.

Lo chiffon e i disegni fantasiosi

A seguire un tripudio di abiti in chiffon rigorosamente lunghi e trasparenti, sapientemente lavorati. Da quelli neri con dettagli oro, uccelli, fiori e tigri, si passa a quelli chiari con balze e veli che ritraggono donne e fiori secondo uno stile pittorico dal sapore seicentesco; tra i toni migliori si notano un verde dai ramage floreali e un brillante viola ametista che non lasciano scampo alla timidezza, ponendo chi li indossa elegantemente al centro dell’attenzione.


Immagine di copertina e gallery: albertaferretti.com

advertisement
advertisement