advertisement

Cosa indossare quando si va a correre: qualche consiglio utile

Giorgia ven 24 febbraio 2017

Il nuovo anno porta sempre con sé i buoni propositi: chi di voi non ha deciso di iniziare a correre per dimagrire? Ecco allora qualche consiglio utile per il giusto abbigliamento da corsa.

advertisement
Cosa indossare quando si va a correre: qualche consiglio utile

Quando si decide di iniziare attività di running e soprattutto si è nel periodo invernale, non è sempre facile capire quale sia l’outfit giusto da indossare: troppo leggero, troppo pesante, troppo difficile da portare. Meglio dunque trovare la giusta alternativa per poter iniziare a correre sentendosi a proprio agio: ecco qualche pratico consiglio.

Partiamo dalla protezione della testa

Ovviamente correre d’inverno non comporta le stesse difficoltà che si possono incontrare nel periodo estivo, soprattutto per quanto riguarda il rischio di insolazioni o di colpi di calore, che è sempre meglio prevenire indossando un berretto. Non per questo, se iniziamo a correre col freddo, dobbiamo sottovalutare i rischi che derivano da una mancata protezione del nostro capo.

Tutto dipende dalle temperature: in caso vi sia un clima particolarmente rigido è opportuno optare su un copri-orecchie per evitare possibili colpi d’aria che compromettono la nostra salute, a cui si può aggiungere uno scalda-collo in materiale tecnico, ma anche di lana o di pile non assorbente per evitare fastidiosi mal di gola.

Se invece il clima invernale si fa più mite e si inizia a rivedere il Sole tra le nuvole, è consigliabile indossare una bandana, sempre in materiale tecnico, che può trattenere sudorazioni eccessive e al contempo protegge la nostra salute. In caso abbiate anche timore di sforzare troppo gli occhi, in commercio sono presenti molti tipi di occhiali da sole per runners pratici, utili e comodi: evitate di usare quelli da tutti i giorni perché vi saranno sicuramente d’impiccio.

fascia in testa per correre

Difesa dal freddo e comodità partendo dall’intimo

La difficoltà più grande quando si pensa ad un abbigliamento per running invernale è quello di capire in che modo combattere il sudore, tenendo però il proprio corpo al caldo. Non dimentichiamo infatti che la regola fondamentale quando si corre con temperature rigide, è quella di mantenere la giusta temperatura corporea evitando il rischio di sudorazioni.

Il problema non si pone quando il clima si fa più mite, perché gli strati di abbigliamento che si hanno addosso diminuiscono, ma fate attenzione: avere il giusto completo intimo è importante in ogni stagione per essere in totale comodità.

Se non siete sportivi da tutti giorni ma andate a correre soltanto per passione, vi basteranno reggiseni per le donne o canotte per gli uomini in spugna o cotone, così come le mutande. Per le donne meglio optare su una pratica culotte, magari a pantaloncino per evitare “movimenti indesiderati”.

[Scopri le migliori offerte su abbigliamento da corsa per donna che Amazon ha riservato per te!]

Per gli uomini via libera a mutande o boxer aderenti, sempre per facilitare la corsa. Se invece siete davvero appassionati, nei vostri armadi non possono mancare indumenti intimi in materiali sintetici a doppio strato, meglio se non assorbenti.

intimo per correre uomo

intimo per correre donna

Vestirsi “a strati” per migliorare il proprio abbigliamento da running d’inverno

Passiamo adesso alla parte forse più complicata: cosa indossare per coprirsi e poter correre anche con il freddo. Puntate tutto su un abbigliamento a strati, in modo da non essere eccessivamente caldi o eccessivamente freddi, soprattutto quando si è in una stagione più soggetta a precipitazioni.

Scegliete materiali tecnici traspiranti, partendo dalla maglia sottostante, rigorosamente aderente al corpo. Dopo di che potrete aggiungere una felpa non troppo pesante ma sempre traspirante, da rinforzare con giubbini antivento o con elementi in pile, ovviamente non assorbente, soltanto se vedete che il cielo rimane limpido.

Non dimenticate di proteggere anche le mani se avete la pelle delicata e sensibile alle temperature più fredde: utilizzate un paio di guanti che non comprometteranno il vostro movimento.

giubbotti antivento

I migliori pantaloni per correre

A livello generale per i runners le gambe sono un punto più forte rispetto alle altre parti del corpo essendo sempre in movimento: vi basteranno dunque pantaloni per correre da tuta, in materiale tecnico e magari traspirante. Tuttavia, in caso non vi sia ancora un clima mite e abbiate maggior sensibilità per il freddo, meglio rafforzare i pantaloni della tuta con una calzamaglia sottostante o con tipologie di leggins sportivi, sempre più diffusi in commercio.

advertisement

È bene optare per pantaloni elastici, ricordando sempre che essi devono essere molto aderenti al corpo. Durante il periodo invernale evitate dunque i pantaloncini corti perché non avrete la possibilità di mantenere la giusta temperatura corporea, anche se indossate calze piuttosto coprenti. Persino i più temerari dovranno fare i conti con il freddo, proteggendosi il più possibile.

pantaloni invernali running

I piedi hanno bisogno delle calze giuste

Spesso quelli che vanno a correre in qualsiasi stagione, si riconoscono per la calza bianca di spugna che fuoriesce dalla scarpa. Dobbiamo assolutamente sfatare questo mito: la calza di spugna non è l’ideale per un’attività continuativa di running.

Bisogna quindi cercare la calza giusta per il vostro piede ed è un compito da non sottovalutare perché un acquisto sbagliato può compromettere la stabilità e la comodità dei vostri piedi con la comparsa di vesciche e irritazioni importanti.

Oltre alla calza di spugna, evitate anche quella di cotone perché assorbe il sudore e può portare ad una maggior formazione di vesciche. Puntate invece su calze sintetiche traspiranti o a doppio strato: sono comode e non compromettono la stabilità con la scarpa perché molto aderenti alla vostra pelle.

[Hai già dato uno sguardo ai pantaloni per correre uomo-donna su Amazon? Ci sono offerte davvero interessanti!]

calze running

Il punto focale per chi va a correre: le scarpe

Un’attività di running richiede necessariamente una scarpa che sappia affrontare ogni condizione climatica, ma che soprattutto mantenga una perfetta comodità e funzionalità per i piedi. Bisogna dunque considerare diversi elementi della scarpa stessa quando si va oltre alla classica calzatura da allenamento.

Per prima cosa guardate come indossate la scarpa: deve essere davvero perfetta per il vostro piede. Osservate soprattutto la chiusura dei lacci che non deve essere né troppo rigida né troppo larga ed in seguito la tomaia, ovvero la parte della scarpa che protegge il vostro piede da infiltrazioni e che lo copre totalmente. Puntate ovviamente sulla traspirazione per evitare problemi sgradevoli con un eccesso di sudorazione, ma ricordate anche di scegliere una scarpa con una tomaia rinforzata se scegliete un abbigliamento da running invernale.

Non dimenticate poi di porre attenzione all’inter-suola, all’ammortizzazione e alla suola, parti fondamentali per un movimento corretto: sarà il vostro piede a dirvi quale scarpa è la migliore per l’ammortizzazione e la stabilità, in base alla reattività nello scatto. Siate molto precisi nella scelta, soprattutto se avete intenzione di andare a correre su strade non asfaltate: tanti sono i modelli “off-road” alla vostra portata.

[Non lasciarti scappare le migliori offerte di scarpe da corsa donna su Amazon!]

scarpe running

Come coprirsi in caso di precipitazioni atmosferiche

Un altro punto di domanda importante riguarda sicuramente cosa fare in caso di precipitazioni: pioggia ma anche neve sono i nemici più obsoleti per i runners che si muovono ogni giorno.

Ovviamente non si può andare via con l’ombrello, sarebbe un po’ scomodo, ma potete puntare ad un cappellino con visiera per evitare che qualche goccia fastidiosa vi finisca sugli occhi. Vestitevi come se andaste a correre in condizioni “normali”: vi coprirete poi quasi totalmente con un classico k-way per correre.

Meglio puntare su una copertura leggera ma ovviamente anche anti-vento e soprattutto traspirante per evitare di sudare in maniera eccessiva. In caso non vi siano precipitazioni elevate, vi basterà ricorrere ad un giubbino anti-vento e anti-pioggia, sempre molto leggero ma al contempo funzionale.

k way running

Correre col freddo non è poi così impossibile: basta seguire qualche indicazione tecnica in base alla giornata che vi si prospetta davanti. Le temperature rigide, anche grazie allo studio sui più recenti materiali tecnici ormai presenti in tutti i negozi specializzati, non saranno più un problema. Infine ricordate sempre che il vero segreto per il runner perfetto è quello di scegliere la scarpa giusta: nessuna pozzanghera vi spaventerà più e sarete finalmente liberi di portare a termini i buoni propositi d’inizio anno!

advertisement